Cerca
 cerca informazioni o persone
 

Linee di ricerca | Collaborazioni interne | Collaborazioni esterne | Pubblicazioni selezionate

In breve

L’International Migration Laboratory (IML) coordina le attività di ricerca sul tema delle migrazioni internazionali già ampiamente consolidate in diversi dipartimenti dell’Università degli Studi di Trento.
Promuove attività formative, di ricerca e di dibattito informato sulla mobilità umana e sulle sue conseguenze per le aree di partenza, di transito e di arrivo. 
L’IML vuole quindi favorire l'incontro e la collaborazione interdisciplinare tra gli studiosi e gli studenti che già operano, o si interessano, al tema delle migrazioni internazionali.
Per conseguire questi obiettivi, l'IML collabora sia con analoghi centri di ricerca specializzati in altri atenei, sia con i principali attori del territorio trentino in materia di immigrazione (ATAS onlus, Provincia di Trento, Cinformi, Comune di Trento, Fondazione Caritro, Centro Astalli, ASGI Trento, Ordine degli Avvocati di Trento etc.).

Linee di ricerca

Nel prossimo triennio, le ricerche dell'IML si concentreranno sul tema della prima accoglienza delle persone rifugiate e dei richiedenti asilo–il periodo tra l’arrivo fisico sul territorio e il riconoscimento giuridico (o meno) di qualche forma di protezione umanitaria. 
L’esperienza italiana degli ultimi anni costituisce un potenziale materiale strategico di ricerca, visto che l’Italia è uno dei paesi UE caratterizzato sia da forti flussi di immigrazione sia da importanti frontiere «esterne».
Lo studio delle questioni connesse alla prima accoglienza richiede necessariamente un approccio multidisciplinare.
Data la situazione italiana, un approfondimento analitico e operativo su questo tema può contribuire al superamento degli approcci emergenziali che costituiscono uno dei principali talloni d’Achille delle politiche migratorie nazionali.

Collaborazioni interne

Martina Cvajner
Silvia Nicoletta Fargion
Simona De Falco
Maria Paola Paladino
Jeroen Andre Filip Vaes

Collaborazioni esterne

Facoltà di Giurisprudenza
Antonino Alì, Laura Baccaglini, Marco Bombardelli, Fabrizio Cafaggi, Antonio Cassatella, Fulvio Cortese, Matteo Cosulich, Silvana Dalla Bontà, Marco Dani, Gabriella Di Paolo, Elena Fasoli, Paola Iamiceli, Massimo Miglietta, Giuseppe Nesi, Silvia Pellizzari, Simone Penasa, Marco Pertile, Federico Puppo, Anna Simonati, Roberto Toniatti
Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale: 
Paolo Boccagni, Andrea Brighenti, Francesca Decimo, Ester Gallo, Davide Strazzari, Cristiano Vezzoni

Pubblicazioni selezionate (max 10)

  • Boldly Go Where No Woman has Gone Before. Women Migrant Pioneers and the Quest for a New Self, in Routledge Companion to Urban Ethnography, ed. Elijah Anderson, 2017, in press.
  • What Do We Talk About When We Talk About Migration Regimes? The Diverse Theoretical Roots of an Increasingly Popular Concept, in The Impossible Order: Europe, Power, and the Search for a New Migration Regime, ed. Frank Wolff, 2017, in press. 
  • Theorizing Irregular Migration: The Control of Spatial Mobility in Differentiated Societies, with Giuseppe Sciortino, “European Journal of Social Theory”, v. 13, n. 3 (2010), p. 389-404. 
  • A Tale of Networks and Policies. Varieties of Irregular Migration Careers and their evolutionary paths, with Giuseppe Sciortino, “Population, Space and Place”, 16 (3) (2010), p. 210-225.
  • Vaes, J., Latrofa, M., Suitner, c., & Arcuri, L. (in press). They are All Armed and Dangerous! Biased Language Use in Crime News with Ingroup and Outgroup Perpetrators. Journal of Media Psychology.
  • Vaes, J., Latrofa, M., Vieno, A., & Pastore, M. (2015). Exposure to politicized media and prejudice against immigrants in Italy: Identifying its impact and psychological mediators. Psicologia Sociale, 2, 141-160.
  • Miranda, M. P., Gouveia-Pereira, M., & Vaes, J. (2014). When in Rome… Identification and acculturation strategies among minority members moderate the dehumanization of the majority outgroup. European Journal of Social Psychology, 44, 327-336.